Il plantare tradizionale è inutile e dannoso

//Il plantare tradizionale è inutile e dannoso

kyboot walk-on-air Poster_A3_Cabinet_ROW_07-1Guardate tutti i plantari che trovate in giro:sono interi o 3/4, in pelle o in eva o in caucciu ma hanno una cosa in comune: tutti hanno dei sostegni passivi sotto l’arco plantare mediale e spesso anche sotto il calcagno.

Sono plantari tradizionali. Si vuole sostenere l’arco in modo passivo ma il risultato è deludente.

  1. Spesso l’arco artificiale sotto il piede dà fastidio perche troppo accentuato o perche il plantare si muove dentro la scarpa e va ad agire su punti sbagliati.
  2. Avete presente gli archi degli acquedotti romani (con piu di 2000 anni di storia)? Sono delle meraviglie architettoniche, ci sono 2 punti di appoggio e sotto c’è il vuoto, l’arco non è riempito! Lo stesso per il piede, il piede non e’ statico, non e’ un insieme di ossa ma e vivo ed è sostenuto da muscoli. L’unico modo naturale per creare l’arco in un piede piatto è potenziare i muscoli che formano l’arco. Se metto sotto un sostegno i muscoli non lavorano e quando tolgo il sostegno sono ancora piu deboli come per il busto per la schiena: quando tolgo il busto i muscoli paravertebrali sono ancora piu deboli (vedere foto busto).

Presso footclinic.it costruisco plantari sottili 2 mm composti da uno strato di 1 mm di noene e di 1 strato di 1mm di pelle ecovelour scamosciata naturale. Il noene ammortizza l’impatto con il terreno duro e disperde il carico trasversalmente e trasforma l’energia cinetica in calore. Su alcuni punti inserisco correzioni plantari non sotto l’arco in modo da stimolare la contrazione fisiologica dei muscoli sotto l’arco del piede.

P. Albano, info@footclinic.it, 348 58 35 106, footclinic.it, piede.info, allucevalgo.clinic, scarpecomode.info

 

 

 

2017-02-16T08:29:47+00:00
Show Buttons
Hide Buttons