Cambia da così a così con i Plantari FootClinic.it
Risolvi problemi che ti affliggono: Alluce Valgo, Mal di Schiena, Piede Piatto, Fascite Plantare, Dita a Martello, Spina Calcaneare.
Senza Interventi Chirurgici!

Glossario Malattie

Epatite autoimmune

Epatite autoimmune

L’epatite autoimmune è l’infiammazione del fegato che si verifica quando le cellule immunitarie per errore attaccano nel fegato le cellule normali al posto degli invasori nocivi.

CAUSE: Questa malattia è associata ad altre malattie autoimmuni, tra cui:

  • Anemia emolitica;
  • Glomerulonefrite proliferativa;
  • Tiroidite;
  • Diabete di tipo 1;
  • Colite ulcerosa.

L’epatite autoimmune si verifica talvolta nei parenti delle persone con malattie autoimmuni, il che suggerisce che c’è una causa genetica. Questa malattia è più comune nelle ragazze e nelle donne.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Distensione addominale;
  • Urine scure;
  • Stanchezza;
  • Prurito generalizzato;
  • Malessere generale o disagio;
  • Perdita di appetito;
  • Nausea e vomito;
  • Feci chiare o color argilla;
  • Amenorrea.

DIAGNOSI: Per diagnosticare la malattia, verrete sottoposti a:

  • Test di funzionalità epatica anormale;
  • Biopsia epatica che mostra l’epatite cronica;
  • Analisi degli anticorpi anti-microsomiali nel fegato e nei reni;
  • Analisi degli anticorpi anti-mitocondriali;
  • Velocità di sedimentazione;
  • Serum IgG.

TERAPIA: Prednisone o altri farmaci corticosteroidi contribuiscono a ridurre l’infiammazione. L’azatioprina e mercaptopurina sono usati per curare altre malattie autoimmuni. Essi hanno dimostrato di aiutare anche i pazienti con epatite autoimmune. Alcuni pazienti possono ricevere un trapianto di fegato.

PROGNOSI: Il risultato varia. La terapia con corticosteroidi può rallentare la progressione della malattia. Tuttavia, l’epatite autoimmune può peggiorare in cirrosi e necessita di un trapianto di fegato. Possibili complicanze possono essere:

  • Cirrosi;
  • Complicazioni legate agli steroidi e altri farmaci;
  • Carcinoma epatocellulare;
  • Insufficienza delle cellule del fegato.

Contattare un medico se si nota la comparsa dei sintomi di epatite autoimmune.

PREVENZIONE: L’epatite autoimmune di solito non è prevenibile. La consapevolezza dei fattori di rischio può permettere di individuare precocemente la malattia e di curarla in tempo.

Fonti: [Luxon BA. Diagnosi e trattamento dell’epatite autoimmune. Gastroenterology Clinics. Giugno 2008; http://health.nytimes.com/health/]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.